Saldatura e rimozione dei componenti SMD

Spesso nell'eseguire un modding su di un qualsiasi apparato Wireless, è necessario saldare e nella maggior parte dei casi dissaldare dei componenti SMD.
Questa guida insegna come affrontare questo tipo di situazione.

Per poter saldare correttamente i componenti a montaggio superficiale occorre procurarsi i seguenti strumenti:

_ Pinzette a molla con punte fini;
_ Trecciola dissaldante;
_ Stagno di buona qualità;
_ Saldatore a punta sottile da 12-15 Watt a 12 Volt.

www.WiFi-Ita.com

I dispositivi, resistori, condensatori, ferriti, ecc.. sono di diverse dimensioni ma la procedura di montaggio in sostanza e' la stessa per ogni componente e può essere descritta con i seguenti passi:

1) Depositare uno strato di stagno, con stagno e saldatore, su di una delle piazzole, del circuito stampato, che dovranno ospitare il dispositivo.

www.WiFi-Ita.com

2) Saldare sulla piazzola stagnata in precedenza, in posizione, il componente avvalendosi delle pinzette e del saldatore.

www.WiFi-Ita.com

3) Saldare il secondo terminale ( o i rimanenti nel caso di circuiti integrati) con stagno e saldatore.

www.WiFi-Ita.com

Se e' il caso ripassare con stagno e saldatore, assieme, le eventuali saldature fredde.

4) Se e' il caso assorbire con la trecciola dissaldante lo stagno in eccesso.

www.WiFi-Ita.com

Nel caso vorreste invece dissaldare un componente SMD non dovrete far altro che eseguire l'operazione n°2 all'inverso.

AVVERTENZE:

E' bene evitare l'eccessivo riscaldamento dei componenti, tenendoli in contatto col saldatore solo pochi secondi.

E' bene anche utilizzare un saldatore da 8 Watt o da 12 Watt (massimo 15 Watt).

 


Tags Cloud 3D

Bookmarks

Delicious Technorati Furl Yahoo_myweb Google_bmarks Windows_live Digg Newsvine MySocialBookmark Social Bookmark Script 

Supportaci





Aggiungi questo sito ai preferiti
Scegli come Homepage