5 miliardi di telefonini, e ora i super-veloci

 

BARCELLONA - Prossimo a raggiungere la soglia di 5 miliardi di linee entro quest'anno, il mondo della telefonia mobile guarda al futuro prossimo. Riuniti a Barcellona, per il Mobile World Congress della Gsm Association, aziende e addetti ai lavori scommettono sulla tecnologia di prossima generazione, la Lte: telefonini ultra-veloci, dieci volte di più di un telefonino di ultima generazione in commercio, più veloce anche dei collegamenti oggi via cavo. Telecom Italia la sperimenta con 14 antenne nel centro di Torino, Vodafone Italia in laboratorio a Milano.

 

Il lancio del primo telefonino è atteso entro quest'anno, anticipato dalle "chiavette" per internet-mobile con il computer: la Gsm Association ha indicato a Barcellona che, rispondendo ad una forte richiesta di mercato, la nuova tecnologia si svilupperà velocemente entro 3/5 anni, raggiungendo quota 72 milioni di connessioni già nel 2013. Intanto 74 operatori di telefonia mobile sono già al lavoro, nel mondo, per progettare, sperimentare, e quindi lanciare al più presto i servizi commerciali. Velocità vuol dire video ad alta definizione, tivù sul telefonino con qualità sempre maggiore, servizi sempre più innovativi per il mercato del futuro, quello degli smartphone, un po' telefonino un po' minicomputer, che nei paesi più sviluppati dovrebbero balzare quest'anno ad una quota del 40/50% delle vendita di telefonini.

 

E' quello che chiedono gli utenti. Ed è in questa direzione che si muovono le aziende, come dimostrano le novità presentate alla fiera-evento di Barcellona. A partire da Microsoft, che lancia una nuova sfida all'iPhone di Apple e ai BlackBerry di Rim: l'Ad della casa di Redmond, Steve Ballmer, ha infatti svelato Phone 7, la nuova piattaforma che porterà sugli smartphone i giochi di Xbox Live e i contenuti video e musicali di Zune. Mentre il colosso finlandese Nokia e Intel hanno unito le forze nel campo dei sistemi operativi mobili basati su Linux fondendo i rispettivi "Maemo" e "Moblin" per dare vita a "MeeGo": guardano oltre il mercato di cellulari e smartphone connessi in rete, puntando a tutta una serie di dispositivi attuali e futuri che vanno dai netbook ai tablet, dalle tv connesse in rete ai sistemi di infotainment integrati nelle autovetture.

In un mercato della tecnologia sempre più integrato, con le "nozze" tra telefonino e navigatore satellitare sono stati 3 milioni in poco meno di un mese, uno ogni secondo, i download nel mondo del nuovo Ovi Maps, il servizio di mappe e navigazione di Nokia. Tra i produttori di telefonini è una rincorsa a sbalordire presentando smartphone di nuova generazione, piattaforme operative, e provider di applicazioni. Dopo il Wave di Samsung, oggi Motorola ha lanciato 'Quench' con sistema operativo Android di Google. Nuovi servizi e nuovi smartphone trainano un mercato che cresce senza risentire della crisi: lo dice l'Unione internazionale delle telecomunicazioni, l'agenzia delle Nazioni Unite delle tlc, che a Barcellona ha indicato che siamo prossimi al traguardo di 5 miliardi di linee di telefonia mobile nel mondo, dopo aver raggiunto quota 4,6 miliardi a fine 2009.

[fonte:ansa.it]


Articoli simili

Non ci sono corrispondenze


Tags Cloud 3D

Bookmarks

Delicious Technorati Furl Yahoo_myweb Google_bmarks Windows_live Digg Newsvine MySocialBookmark Social Bookmark Script 

Supportaci





Aggiungi questo sito ai preferiti
Scegli come Homepage