Radio Mobile - Simulazioni WiFi


In esclusiva per tutti gli utenti e visitatori di WiFi-ITA.com l'unica e straorinaria guida gratuita su Radio Mobile!!!

Mah...che cos'è Radio Mobile???

E' un software gratuito, scritto da un radioamatore francese, che permette di predire le prestazioni di sistemi radio e effettuare simulazioni di propagazione dei segnali.

Il programma, utilizza un modello predittivo di propagazione noto come Longley-Rice model e sviluppato presso US Institute for Telecommunications Science (ITS).

Come prima cosa scarichiamo Radio Mobile dall'area download.

Il programma non si installa, per questo vi consiglio di metterlo in una cartella.

A questo punto procuriamoci le coordinate della città (o delle città se sono più di una) dove andremo a simulare il collagamento.

I dati che andremo ad utilizzare sono messi a disposizione dalla NASA e sono chiamati SRTM.

I profili SRTM prendono il loro acronimo da Shuttle Radar Topografy Mission. I rilievi SRTM sono stati elaborati per tutta la Terra da un radar SAR, di progettazione italiana, posto su uno Shuttle inviato in orbita dalla NASA.

Radio Mobile per poter lavorare ha bisogno appunto dell'SRTM.

Per ogni coordinata di ogni continente è stato creato un file che scaricheremo gratuitamente qui:

EUROPA:

ftp://e0srp01u.ecs.nasa.gov/srtm/version2/SRTM3/Eurasia/

ftp://e0srp01u.ecs.nasa.gov/srtm/version2/SRTM3/Islands/

AFRICA:

ftp://e0srp01u.ecs.nasa.gov/srtm/version2/SRTM3/Africa/

AMERICA:

ftp://e0srp01u.ecs.nasa.gov/srtm/version2/SRTM3/North_America/

ftp://e0srp01u.ecs.nasa.gov/srtm/version2/SRTM3/South_America/

AUSTRALIA:

ftp://e0srp01u.ecs.nasa.gov/srtm/version2/SRTM3/Australia/

 

Scaricato il file, per poterlo utilizzare, dovremo scompattarlo.

Le mappe sono figurate a 100 metri d'altezza dal suolo.

Se nella simulazione dobbessimo considerare più città, dovremo scaricare più mappe, perchè naturalmente avremo più coordinate.

Per coordinate si intende: latitudine e longitudine.

Occorre però anche sapere l'altitune della città (o delle città).

Ora che abbiamo almeno una mappa, carichiamola sul programma.


Siccome non voglio fare una guida troppo teorica, considererò come esempio la simulazione di un collegamento Wireless che mi è stato chiesto da un utente del forum.

Nel mio caso quindi ho i seguenti dati:

Lat.: 40° 10' 30" e Lon.: 18° 10' 5"

Altitudine: 78 m

Secondo me è bene anche fare un tracciamento su Google Earth o su maps.live per rendersi conto della nostra situazione e di che tipo di Link WiFi stiamo cercando di simulare. Nel mio caso:

www.WiFi-Ita.com

Ora carichiamo la mappa su Radio Mobile:

FILE >>> PROPRIETA' MAPPA:

www.WiFi-Ita.com

1. Inseriamo le coordinate del punto centrale della mappa.

2. Inseriamo le dimensioni della mappa in pixel e in chilometri. Possiamo quindi inserire solo l'altezza, così la larghezza viene calcolata automaticamente dal programma. Io vi consiglio, a meno che non abbiate esigenze particolari, di lasciare i dati di defaul.

3. Indichiamo al software il percorso dove abbiamo scaricato i dati SRTM. Naturalmente, se avremo preso in considerazione più città, dovremo indicare più percorsi, perchè ci saranno più mappe.

4. Conviene spuntare - Aggiusta altitudine unità - e nel caso avessimo più mappe anche - Unisci immagini -.

5. Infine non dimentichiamo di spuntare sempre - Ignora file mancanti -, perchè se abbiamo inserito delle coordinate che non sono rappresentabili con i dati SRTM scaricati, il programma rappresenta solo le zone relative ai nostri file SRTM.

Se il tutto è corretto premiamo OK.

Ecco come si presenta la mappa caricata:

www.WiFi-Ita.com

Se abbiamo delle esigenze particolari possiamo fare dei piccoli aggiustamenti, ad esempio cambiando le dimensioni, restringendo i chilometri e/o cambiando il punto centrale.

Una volta che la mappa rappresenta solo la zona che ci interessa, possiamo procedere con l'inserimento dei dati relativi ai punti da collegare.

Dovremo quindi procurarci (ad esempio tramite un GPS) le coordinate e l'altitudine dei 2 punti dove andremo a fare il collegamento WiFi.
Nel mio caso:

1° punto (dove è presente l'adsl):

40.17 e 18.17

80 m

2° punto (dove non è presente l'adsl):

40.17 e 18.16

80 m

Voglio ricordare che c'è la possibilità di interfacciare il GPS con questo software, in modo da trovare subito le coordinate per i punti che andremo ad utilizzare.

Possiamo eseguire:

FILE >>> PROPRIETA' UNITA'

www.WiFi-Ita.com

Le unità che vedete sulla sinistra, rappresentano i punti di ricezione o trasmissione. Naturalmente ne usiamo quanti ne abbiamo bisogno (nel mio caso solo 2) e li andiamo a nominare a nostro piacimento.
Io ho rinominato unità 1 e unità con - ADSL - il punto in cui trasmetto e - NO ADSL - il punto in cui ricevo.

Per ogni punto che utilizziamo dovremo inserire l'altitudine e le coordinate (quest'ultime premendo il pulsante - Inserire LAT LONG o QRA -)

Sistemati i dati, premiamo OK:

www.WiFi-Ita.com

Anche se in questo caso i due punti di collegamento non sembrano risultare molto visili, non preoccupiamoci e andiamo avanti.

Prima di imbatterci nelle ultime operazioni di configurazione, dobbiamo ancora procurarci i seguenti dati:

_ potenza (in Watt) del trasmettitore WiFi;
_ potenza (in Watt) del ricevitore WiFi;
_ tipologia di antenna del trasmettitore WiFi;
_ tipologia di antenna del ricevitore WiFi;
_ guadagno (in db) antenna del trasmettitore WiFi;
_ guadagno (in db) antenna del ricevitore WiFi;
_ altezza dal suolo (in m) antenna del trasmettitore WiFi;
_ altezza dal suolo (in m) antenna del ricevitore WiFi;

Nel nostro caso:

_ potenza (in Watt) del trasmettitore WiFi:
Fonera (con firmware dd-wrt linux) 50 mWatt = 17 db dichirati
_ potenza (in Watt) del ricevitore WiFi:
Fonera (con firmware dd-wrt linux) 50 mWatt = 17 db dichirati
_ tipologia di antenna del trasmettitore WiFi:
antenna yagi
_ tipologia di antenna del ricevitore WiFi:
antenna yagi
_ guadagno (in db) antenna del trasmettitore WiFi:
18 dB certificati
_ guadagno (in db) antenna del ricevitore WiFi:
18 dB certificati
_ altezza dal suolo (in m) antenna del trasmettitore WiFi:
6,5 m (dal terazzo) + palo da 6,5 m = 13 m
_ altezza dal suolo (in m) antenna del ricevitore WiFi:
12 m (dal terrazzo) + palo da 1 m = 13 m

Possiamo quindi procedere:

FILE >>> PROPRIETA' RETI

www.WiFi-Ita.com

>>> PARAMETRI

Nel mio caso lascio - Rete 1 - perchè considero solo una rete.
Inseriamo poi la frequenza WiFi: 2400 - 2450 e la polarizzazione verticale o orizzontale dell'antenna...

[Che cos'è la polarizzazione di un'atenna? >>> se non lo sapete, visitate: teoria delle antenne]

Inolte potremo anche regolare dei parametri come ad esempio il clima, la situazione in cui andremo a fare il collegamento e le possibili perdite.

>>> TOPOLOGIA

www.WiFi-Ita.com

Qui potremo selezionare se il nostro collegamento WiFi è visibile oppure no e selezionare la tipologia di rete che vogliamo utilizzare.
Per i collegamenti diretti, come nel nostro caso, sceglieremo - Rete Voce -.

>>> PARTECIPANTI

www.WiFi-Ita.com

Selezioniamo la nostra prima unità: - ADSL -.
Ora dobbiamo definire i ruoli, distinguendo gli Access Point dai Client.
Per cui, per gli Access Point definiremo - Comando -, mentre per i Client - Subordinato -.
Per ora non inseriamo ancora nessun dato nelle sezioni - Altezza Antenna - e - Azimut Antenna -, perchè si potranno visionare solamente dopo aver completato i dati delle due unità.

>>> SISTEMA

www.WiFi-Ita.com

Mettiamo un nome al Sistema (ad esempio Collegamento WiFi), perchè volendo il programma permette di fare più simulazioni. Per fare questo è sufficiente inserire altri dati cambiando Sistema.
Inseriamo la potenza in Watt del nostro trasmettitore.
In questo caso, (solamente a titolo esemplificativo), io seleziono l'antenna omnidirezionale, ma ricordo che soprattutto nei collegamenti punto a punto è necessario selezionare un'antenna direttiva, ovvero un'antenna yagi.In ogni caso proseguiremo come se il programma tenesse conto di una yagi e quindi inseriamo il guadagno in dB e l'altezza dell'antenna dal suolo.
Ora facciamo un apsso indietro:

>>> PARTECIPANTI

www.WiFi-Ita.com

Selezioniamo la nostra seconda unità - NO ADSL -, con Ruolo - Subordinato -.

>>> SISTEMA

www.WiFi-Ita.com

Inseriamo i dati della nostra seconda unità.

>>> STILE

In ogni caso lasciamo questi fati di default:

www.WiFi-Ita.com

Premiamo OK:

www.WiFi-Ita.com

Dovremo vedere il tracciamento delle rete sulla mappa.
Putroppo, nel nostro caso, siccome la distanza è molto vicina, non si vede il tracciamento.

Andiamo avanti:

>>> STRUMENTI >>> COLLEGAMENTO RADIO

www.WiFi-Ita.com

Finalmente qui potremo vedere i nostri dati della simulazione WiFi.

>>> VISUALIZZA >>> DETTAGLI

www.WiFi-Ita.com

>>> VISUALIZZA >>> PORTATA

www.WiFi-Ita.com

Se il segnale fosse rosso, significherebbe che non arriva, mentre nel nostro caso, essendo verde significa che arriva.

>>> VISUALIZZA >>> DISTRIBUZIONE

www.WiFi-Ita.com

In questa schermata potemo inoltre invertire i due punti e tramite il comando:

>>> VISUALIZZA >>> OSSERVA >>>


Potremo anche effettuare diverse vedute, come ad sempio quella in 3D.


Stabiliti le parti principali del software, non intendo proseguire oltre e lascio a Voi la scoperta della parte restante di questo fantastico softrware!


NOTA 1: il software non tiene conto della presenza di eventuali ostacoli come ad esempio grossi alberi o condomini e palazzi. Ragion per cui non dovremo prendere proprio per "oro colato" questi dati.

NOTA 2: essendo una simulazione fornita da un software, il sottoscritto Savy.uhf, non si assume nessun tipo di resposabilità, nel caso nella realtà il collegamento non fornisse i risultati pronosticati dal software.

NOTA 3:
come ultima cosa, ci tengo a precisare che pur essendo un software freeware è sempre stato tenuto all'oscuro (sino ad ora)...
Vi siete mai chiesti il perchè???
Perchè esso viene anche utilizzato da studi professionali che lavorano in ambito delle reti.
Eh...immaginate quanti "sacchi" avreste duvuto tirare fuori per una simulazione come questa!!!

 


Tags Cloud 3D

Bookmarks

Delicious Technorati Furl Yahoo_myweb Google_bmarks Windows_live Digg Newsvine MySocialBookmark Social Bookmark Script 

Supportaci





Aggiungi questo sito ai preferiti
Scegli come Homepage