Connettersi ad una rete WiFi non protetta

In questa guida analizzeremo come connettersi ad una rete wifi che non sia critptata (quindi non protetta, ovvero APERTA) e andare su internet.

Materiale necessario: una scheda (o chiavetta) wifi e un PC dotato di WindowsXp.

Iniziamo! Per prima dobbiamo capire dove (in casa, sul balcone o in giro) ci sono delle reti wifi sprotette e quindi posizionarci nel posto dove il segnale ci sembra più efficiente e potente (per saperlo useremo l’utility della scheda oppure le gestione reti di windows), facendo scansioni una dietro l’altra, fino a posizionarci nel posto migliore.

Una volta rilevata, dovrete connettervici, e per fare ciò dovrete cliccare con il tasto destro sull’icona “rete senza fili” nella barra di windows, in basso a destra e selezionare “visualizza reti senza fili disponibili”. Attendete alcuni istanti e sarete collegati.

Una volta collegati, se cliccate sempre sull’icona (questa volta con due click), vi si aprirà una finestra che vi visualizzerà informazioni sulla rete a cui siete collegati, come: i pacchetti ricevuti, quelli inviati, lo stato della linea e la velocità in Mb che può variare da un minimo di 1Mb/sec fino a 108Mb/sec (la decide in maniera automatica windows, in base alla potenza del segnale)

stato_connessione.JPG

Possiamo anche collegarci con l'utility della nostra schedina di rete:

utility.JPG

NOTA 1:
per motivi a me ancora sconosciuti, avrete magari un segnale definito “ottimo” da windows, anche se non avete ancora ricevuto neanche un pacchetto, capite quindi che diventa impossibile avere comunicazione con l’AP.
Il problema consiste nel fatto che windows per connettersi ad una rete, manda pacchetti in continuo all’AP, chiedendo di connettersi, non appena poi ne viene ricevuto anche solo uno, considera la connessione attiva, anche se in realtà un solo pacchetto non basta per avere una connessione funzionante. Sia chiaro che questo caso si viene a verificare solo ove noi prendiamo un segnale molto basso, e quindi nonostante l’AP stia trasmettendo, noi non riceviamo.

Cmq, noi ora diamo per scontato che la rete a cui siamo collegati la prendiamo in maniera ottima e riceviamo/mandiamo pacchetti senza problemi.

Una volta collegati praticamente siete a posto, l’unica cosa che vi manca per comunicare in maniera corretta con tutto quello che vi è collegato è un indirizzo ip appropriato, che potrete ottenere in due modi:

1-tramite DHCP
2-tramite un indirizzo privato inserito da noi.

Nel primo caso siamo fortunati, in quanto in pochi istanti otterremo l’indirizzo in maniera automatica, quindi subito dopo potremo essere on-line e non avremo di che preoccuparci.

Nel secondo caso è già più complicato, in quanto chi usa quella rete, anziché usare il DHCP che è lento, (questo perchè a ogni connessione bisogna attendere che comunichi un nuovo ip) usa un indirizzo privato che può appartenere ad una classe tipica, come 192.168.x.x o a qualsiasi altra classe come 169.254.x.x oppure 10.0.x.x oppure ancora 213.220.x.x e così via…voi non avrete la più pallida idea di che classe abbia scelto il proprietario della rete, quindi siete fermi.
A questo punto entra in gioco un programma detto “sniffer”, esso ha la capacità di “ascoltare” la rete e capire molte cose a riguardo, ma a noi interessa solo che indirizzo ip viene utilizzato. In ogni caso vi rimando alla guida di savy, che spiega bene come utilizzarlo e dove trovarlo.

Una volta sniffato l’ip, bisogna però configurare la scheda affinché lavori con un determinato indirizzo che scegliamo noi. Per fare ciò, bisogna collegarsi alla rete wifi, una volta collegati ciccare due volte sull’icona in basso “connessione alla rete senza fili”, affinché ci si apra una finestra che ci informa sullo stato della connessione, da lì ciccheremo su proprietà. A questo punto avremo davanti la gestione dei protocolli di trasmissione della rete, noi selezioneremo TCP/IP, quindi di nuovo su propritetà. Dall’ultima finestra che ci si aprirà, noi potremo indicare alla piccì che ip utlizzare.
Per prima cosa selezioniamo “utilizza il seguente indirizzo ip”, in questo modo potremo inserire nelle caselle sottostanti l’indirizzo da noi desiderato.

Piccole note da osservare per inserire correttamente un indirizzo ip
:
-quando lo sniffate, controllate tutti gli ip connessi, in maniera da non creare un conflitto di indirizzi (ogni piccì deve usare un diverso dagli altri), quindi voi sceglietene uno che sia ancora libero.
-l’indirizzo del getway (obbligatorio per poter navigare in internet) è sempre il numero minore nella classe in cui vi trovate es: voi avete inserito 192.168.0.67,quindi vi trovate nella classe 192.168.x.x in questo caso il getway si troverà sull’indirizzo 192.168.0.1, come subnet mask mettete 255.255.255.0 (questo è standard, infatti win ve lo inserirà in maniera automatica) e come primario DNS , utilizzate sempre l’indirizzo del getway, mentre il secondario potete anche non metterlo.

Esempio di un indirizzo ip(in questo caso sulla LAN, ma è uguale)

indirizzo.JPG


NOTA 2:
a volte, proprio a causa di un segnale scadente, non riceverete l’indirizzo ip, quindi vi è inutile sniffarlo e metterlo, il vostro segnale sarà sempre troppo basso, anche con l’indirizzo giusto. Per esperienza personale posso dire che nel 90% delle reti libere è abilitato il DHCP, quindi se non ottente l’ip, molto probabilmente il vostro segnale è troppo basso e fate prima a tentare di potenziare il segnale.

Una volta collegati e ottenuto un indirizzo ip, non resta che controllare se internet  funzionante, e potremo inoltre farci un’idea sul tipo di linea a cui siamo collegati e la velocità.
Per fare ciò cliccheremo su start, esegui, scriveremo “cmd” e ci si aprirà la finestra dei comandi.
Una volta nella finestra, scriveremo “ping www.nomesito.xxx” così facendo, comunicate al computer di mandare una richiesta di risposta a un sito internet qualsiasi, io consiglio di “pingare” google.
Una volta eseguito, il comando ci dà l’esito delle risposta:

-host di destinazione irraggiungibile     --   c’è qualche errore nella configurazione ip vostra
-risposta da…                                  --   il sito risponde….internet funziona!
-tempo scaduto                               --   il sito c’è, ma non riuscite a ottenere la risposta

Solo nel secondo caso dei tre, la connessione funziona (e in base al tempo di risposta, potete capire che lina è) e non vi resta altro da fare che aprire il browser e quindi navigare su internet, negli altri due casi, avete sbagliato qualcosa, quindi ripartite da 0 con la guida!

Esempio di escuzione di un ping verso google:

Immagine.jpg

Seconda parte della guida se volete navigare sicuri al 100%:

mettiamo che vi collegate costantemente ad una rete che non è vostra, bensì di qualche vostro vicino, vi piacerebbe sapere a chi è intestata la linea, al fine di poter constatare se vi potete collegare tranquillamente o se vi state collegando a un finanziere, dovete effettuare alcuni altri passaggi, al fine di vivere sicuri.

1°- REPERIRE INFORMAZIONI SULLA RETE:
Una volta che la linea è buona, aprite un browser internet qualsiasi e andate su www.indirizzo-ip.com , da lì potrete effettuare un whois sulla linea internet, dal quale potrete ottenere informazioni come l’intestatario della linea, che tipo di linea è e così via…

2°- ANONIMATO? NON E' MAI TROPPO!

Importante prerogativa di chi usa le reti wifi "a scrocco" è l'anonimato TOTALE, non dovete quindi avere il piccì registrato a nome vostro, non dovete avere la casella di posta, msn, siti e così via registrati a vostro nome.
Ricordate che chiunque nei dintroni potrebbe sniffare, e quindi bekkarvi tutto, e poi nulla esclude che chi vi dia laconnessione sia un'hacker che lascia la connessione libera apposta, al fine di bekkare dati personali e password di chi vi si connette (perchè sà benissimo che c'è sempre qualcuno che "ciuccia"...)
ricordate che tanto, tranne siti come ebay e così via, vi chiederanno dati veri al 100%, quindi voi fregatevene e metteteli fasulli.

3°- "MAI PISCIARE NELLA PROPRIA PISCINA":
Ricordo che hacker non è cracker, quindi se avete intenzione di sfruttare stabilmente una connessione di qualcuno, non mettetevi a fare casino in giro, nè tantomeno ad andare su siti porno a pagamento, o mandare 1000 fogli in stampa alla stampante di chi vi collegate con scritto "culo ki legge" sennò otterreste solo che il tipo farebbe diventare subito la rete protetta, e magari tenta pure di scoprire chi è che gli rompe le palle.
oltretutto, lui vi dà internet, senza pagare una cicca, quindi (per come la vedo io), non è da persone corrette fare ste cose

(ndr: a me è addirittura capitato un caso in cui mi connettevo ad una rete che era piena di virus, grazie anche alle porte comletamente aperte sul router del tipo, beh! io gli ho messo a posto a tutto, compreso la chiusura delle porte, lui non lo saprà mai, ma non ha mai protetto la rete, nè tantomeno chiamato un tecnico, che magari gli avrebbe protetto la rete) risultato: eravamo felici entrambi...

4°- SI LAVORA DI NOTTE:
La maggior parte delle reti provengono da uffici, che sono quindi deserti di notte. quello è il momento migliore per lavorare sulla rete, potete fare scansioni, tentare di accedere all'AP, e così via, il bello? nessuno (se lo fate bene), se ne accorgerà mai.

5°- LA CORTESIA NON E' MAI TROPPA:

Una buona idea per non essere bekkati è anche prendere poca banda internet di giorno e molta di di notte, al fine di non disturbare chi lavora (ma questo è che altro un fatto di cortesia)

6°- FIREWALL, QUESTO SCONOSCIUTO:
Ricordate che voi siete vulnerabili almeno quanto il tipo a cui vi connettete, quindi lui entra nel vostro piccì, semplicemente come voi entrate nel suo. per evitare ciò, io consiglio un buon firewall, ma la scelta di quale usare, spetta a voi, io uso "jetico personal firewall" ma usavo e mi piaceva molto anche zone alarm. a voi la scelta!

INTENDIAMO RICORDARE CHE ENTRARE IN UNA RETE WiFi ANCHE SE QUESTA RISULTA NON PROTETTA E' UN REATO PRESEGUIBILE A TERMINI DI LEGGE, RAGION PER CUI QUESTA GUIDA E' DA RIFERIRSI A UNA PROVA SULLA PROPRIA RETE.
AL FINE DI GIUDICARNE LA SICUREZZA. WIFI-ITA.COM E GLI AMMINISTRATORI NON POTRANNO ESSERE RITENUTI RESPONSABILI DI EVENTUALI VIOLAZIONI EFFETTUANDO UN USO ERRATO DI QUESTA GUIDA.
Vedere la NORMATIVA sul Wireless.


Tags Cloud 3D

Bookmarks

Delicious Technorati Furl Yahoo_myweb Google_bmarks Windows_live Digg Newsvine MySocialBookmark Social Bookmark Script 

Supportaci





Aggiungi questo sito ai preferiti
Scegli come Homepage